La biorisonanza funziona stimolando il corpo ad autoregolarsi e ritrovare il proprio equilibrio energetico, favorendo l'autoguarigione da malattie e disturbi funzionali relativi ai suoi diversi organi.

Questo processo è possibile grazie al fatto che riesce ad eliminare le interferenze provenienti sia da fattori esterni che da squilibri interni, e “risintonizzando” la frequenza ottimale.

COS'E LA BIORISONANZA?

LUXPRO biorisonanzaLa biorisonanza o moraterapia (acronimo dei suoi inventori Morell Rasche) è un metodo terapeutico energetico di bioregolazione, appartenente alla MEDICINA ENERGETICA, che considera la persona nel suo insieme e non come una semplice somma dei singoli organi. La terapia della biorisonanza sfrutta a scopo terapeutico le energie o meglio le oscillazioni-frequenze elettromagnetiche proprie del paziente generate dalle cellule del corpo.

La parola BIORISONANZA è formata da due termini: “BIO” ovvero organismo vivente e “RISONANZA” che significa vibrare in armonia con qualcosa.
Ogni essere vivente (genere umano, animale e vegetale), il nostro pianeta e tutto ciò che regola l'universo ha una propria emissione elettromagnetica con specifiche vibrazioni e oscillazioni.
Il corpo umano emette onde elettromagnetiche a bassa frequenza come riflesso dei processi biochimici che avvengono durante la vita quotidiana di tutta una esistenza.

COME FUNZIONA?

Partiamo dalla legge naturale per cui tutti i processi organici di ogni essere vivente sono causati e controllati da oscillazioni elettromagnetiche di diversa frequenza, intensità, durata e forma d'onda.
Queste oscillazioni vengono continuamente emesse da ogni cellula vivente, si propagano con la velocità della luce e informano ad ogni istante l'intero organismo del suo stato attuale e di quali meccanismi debbano essere messi in azione per mantenerlo in salute.
Tali segnali contengono tutte le informazioni patologiche e fisiologiche che consentono di produrre un segnale terapeutico specifico ed individuale.

Nel 1977, il medico tedesco Franz Morell sottolineò quanto fosse più semplice intervenire direttamente sul livello di controllo bioenergetico, piuttosto che su complessi chimici, attraverso i farmaci. Lui stesso mise a punto uno strumento di biorisonanza capace di captare le oscillazioni dal livello bioenergetico dell'organismo e di elaborare in segnali terapeutici individuali. Ideato un filtro in grado di separare le frequenze fisiologiche, cioè sane da quelle patologiche, fu così possibile curare le patologie in modo mirato.

A un miglioramento della situazione energetica biofisica corrisponde automaticamente una graduale normalizzazione dei processi biochimici, ovvero la guarigione del paziente.

I BENEFICI DELLA BIORISONANZA

Questa terapia, che si può considerare una “medicina regolatrice” al pari o addirittura superiore all'agopuntura e dell'omeopatia, non mostra effetti immediati come può avvenire con farmacoterapia, perché il suo scopo principale è quello di stimolare il corpo attivando le forze di regolazione intrinseche dell'organismo e portarlo a potenziare l'autoguarigione.

La biorisonanza si rivela particolarmente utile in caso di carenze immunitarie, allergie alimentari, infezioni batteriche e virali, nel recupero post-operatorio e nell'osteoporosi. Importantissime applicazioni nei bambini ed adolescenti con eccellenti risultati. Altro capitolo importante d'applicazione della biorisonanza è quello delle intolleranze alimentari.

Aggiungiamo problematiche inerenti neuropatie (erpes, postumi di interventi chirurgici), malattie respiratorie, (asma bronchite) artrite reumatoide e artrosi. Emicranie e cefalee spesso sono solo un ricordo.

PER CHI E' UTILE

La terapia della biorisonanza si è dimostrata particolarmente utile per tutti coloro che vogliono improntare un percorso curativo diverso appunto “aiutando” il corpo a guarire autonomamente o in associazione con la terapia medica convenzionale, per tutti coloro che hanno una vita frenetica e come sappiamo lo stress modifica lo stato di salute e i radicali liberi aumentano ossidando la matrice extracellulare, lo strumento biomedicale elabora la terapia più indicata per ogni singolo paziente. 

BIOREGOLAZIONE E RIEQUILIBRIO FISICO 

Biorisonanza e riequilibrio fisico

La corretta alimentazione riveste un ruolo fondamentale nella prevenzione di molte malattie, difatti assumere cibi in modo irregolare porta ad accumulo di tossine e cataboliti che possono indebolire il nostro sistema immunitario.

La circolazione è composta dalla macrocircolazione (cuore, arterie, vene, arteriole)e dalla microcircolazione costituita da una vastissima rete di capillari, che è proporzionale all'attività metabolica di ogni singolo organo.
La microcircolazione può essere considerata, senza dubbio, la più importante perché è grazie ad essa che avvengono tutti gli scambi e il trasporto di tutti i metaboliti e i cataboliti, cioè la vita intra ed extra cellulare, conosciuta come fenomeno della “VASOMOZIONE”.

Una diminuzione di tale fenomeno può causare disturbi e sfociare in patologie.

Le dimensioni dei vasi, i microtuboli e l'elasticità delle membrane sono elementi fondamentali di differenziazione funzionale cellulare. Il trasporto ionico transmembrana, la permeabilità cellulare, e il perfetto funzionamento delle pompe ioniche sono un requisito essenziale per “L'OMEOSTASI” cellulare. Tale movimento ionico attraverso la membrana è la base della produzione di ATP, in tutte le cellule, soprattutto in quelle nervose.

L'ACIDOSI avviene con la variazione del pH arterioso quando scende sotto il valore di 7,35.

Può diventare una condizione critica per l'organismo nel caso in cui vengano introdotte o prodotte in misura superiore alla norma sostanze acide, oppure vengano sottratte sostanze alcaline.

In queste condizioni il pH del sangue normalmente alcalino (pH7,35), tende ad uno stato di acidosi più elevato a livello cellulare.

In condizioni fisiologiche, l'acidosi ematica si verifica dopo un lavoro muscolare anaerobico (mancanza di ossigeno) con la formazione di acido lattico nei muscoli, tale acido viene in parte trasformato mediante una reazione di ossidazione internamente ai muscoli mentre una parte entra nel circolo del sangue aumentando l'acidità.

Altra causa di tale processo può iniziare nel tubo digerente (intestino) con l'abuso di alimenti acidificanti (zuccheri semplici, proteine animali, latticini, grassi, farina raffinata o una combinazione di più alimenti.
Altre cause possono derivare dall'assunzione di farmaci.

Vari disturbi possono essere a volte causati da una cattiva microcircolazione che con uno squilibrio degli organi escretori:(pelle, polmoni, intestino apparato urogenitale e il sangue), che portano a sviluppare segnali d'allarme come: costipazione, diarrea, e stanchezza, insomma un calo dello stato del benessere generale.

La caratteristica più importante di un organismo vivente è la capacità di autoregolarsi ed adattarsi.

La bioregolazione consiste nell'applicare dei campi magnetici pulsati PEMF a bassissima intensità che agiscono sul naturale processo rigenerativo cellulare favorendo e inducendo, con l'ossigenazione e il ripristino della microcircolazione il corretto funzionamento biologico.